Ricerche francesi

Sì lo so, non scrivo molto, ogni tanto ci penso, tipo “questo devo assolutamente dirlo a qualcuno”… ma poi mi passa quindi ci sono stati parecchi post mancati in questi mesi.

 

Ma questo lo dovevo assolutamente scrivere 🙂 anche se è un po’ macchinoso.

 

Stavo studiando l’attore Michael Youn dopo averlo visto nel film Paris Express che, anche se esce dalla stessa scuola di Taxxi e The Transporter, non è stupido come il primo nè serioso come il secondo, ma spettacolare. Comunque l’attore è un figo, nonostante sia francese 🙂 e io l’ho fissato per tutto il film cercando di capire quando l’avevo già visto. Solo su internet ho scoperto che lui in realtà è un comico che è diventato cantante e poi anche attore… una specie di Fabio De Luigi d’oltralpe. Come cantante si faceva chiamare Fatal Bazooka… rapper come Luca e Paolo erano DJ, ma con alcune canzoni meritevoli che avevo già scoperto almeno tre anni fa.
E qui arriviamo a quello che è successo oggi. Ho approfondito un po’ le sue canzoni ma non sapendo il francese mi sono dovuta affidare a traduzioni in inglese dei suoi testi e infine a Google Traduttore. Sì, io uso il traduttore di Google… ma solo come ultima risorsa e più che altro per farmi due risate. Dunque cercavo la traduzione della canzone Fous ta cagoule, ma ecco cosa mi è apparso:

 

716_10200870631757339_1038686912_n.jpg

Questa me la deve spiegare qualcuno!!!

Sinceramente io Michael Youn l’ho fissato per ore cercando di capire perchè mi piaceva… ok in generale mi piacciono gli uomini con la testa quadrata, i tratti forti e l’aria seria, in più nel film girava in giacca cravatta e cappotto che secondo me è la cosa più sexy che un uomo possa mettere… (chi conosce il mio ragazzo non mi crederà perchè lui è tutto il contrario, a riprova che le donne non sanno quello che vogliono) ma comunque c’era qualcosa di strano. Poi ho visto la foto qui sotto e ho realizzato: è identico al mio ex!!!

Senza titolo-1 copia.jpg

Ricerche francesiultima modifica: 2013-03-11T23:52:00+00:00da cg.apetta
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in tecnologia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento